Spari dopo la lite, il marito del vicesindaco torna libero: "Non voleva uccidere"

Il giudice non convalida l'arresto di Cantone: "E' un tiratore esperto ma ha mirato in alto"

Ha sparato verso l'alto

Arresto non convalidato ed immediata scarcerazione. Questa la decisione del gip Erminio Paone del tribunale di Napoli Nord che ha disposto la libertà per Domenico Cantone, guardia giurata di 38 anni e marito del vicesindaco di Lusciano Maria Consiglia Conte. Per il giudice non ci sono sufficienti indizi per accusarlo di tentato omicidio.

Gli schizzi da una pozzanghera poi gli spari 

I fatti si sono svolti presso un cantiere edile di Lusciano. Cantone nel transitare con il furgone schizzò, con l'acqua di una pozzanghera, un operaio a lui noto. Ne nacque un battibecco che finì senza conseguenze per l'intervento di altri due lavoratori. Pochi minuti dopo Cantone tornò sul posto a bordo di un motociclo. I due avrebbero continuato a litigare fino a quando venne esploso un colpo di arma da fuoco, che Cantone aveva con sé in uno zaino. 

Ha puntato la pistola in alto

Secondo la persona offesa, con la quale l'indagato aveva pregressi dissapori, quel colpo sarebbe stato sparato ad altezza d'uomo ed a bruciapelo. Ma così non è stato, almeno ad avviso del giudice. Il legale di Cantone, l'avvocato Fabio Della Corte, è riuscito a dimostrare come quello sparo si sia verificato nell'ambito di una discussione animata. Inoltre, tra la vittima e Cantone si sovrappose una terza persona costringendo il marito del vicesindaco ad 'alzare la mira'. L'arma, ad avviso del gip Paone, sarebbe stata troppo in alto per colpire l'operaio, alto circa 1.60. Una circostanza nota a Cantone che sarebbe un tiratore piuttosto esperto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arresto non convalidato. Cantone scarcerato

Infine, dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza dopo lo sparo (che non viene ripreso) si vede la vittima dirigersi verso il suo presunto assassino, un comportamento del tutto innaturale. Con queste motivazioni il gip non ha convalidato l'arresto e disposto la scarcerazione di Cantone.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • Una settimana tra pioggia ed afa: ecco le previsioni nel casertano

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Movida violenta a Caserta: 2 risse e 3 ragazzini feriti

  • Coronavirus, 26 nuovi casi certificati in 16 comuni casertani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento