Spara contro i ladri e viene investito, tracce di sangue nel furgone

Potrebbe esserci un collegamento con l'albanese ricoverato nelle stesse ore. Le analisi affidate al Ris di Roma per la comparazione del Dna

Ci potrebbe essere una svolta interessante nelle indagini sulla sparatoria avvenuta a Francolise nella notte tra giovedì e venerdì. Potrebbe esserci infatti un collegamento con l’albanese rimasto ferito da un colpo di arma da fuoco che è stato ricoverato più o meno nello stesso orario alla Clinica Pineta Grande di Castel Volturno prima del su trasferimento all’ospedale Cardarelli di Napoli.

I carabinieri di Mondragone, infatti, stanno verificando il collegamento tra i due fatti che sono avvenuti a poca distanza oraria l’uno dall’altro. Il ferito, in realtà, fino ad oggi nega di aver preso parte al furto del furgone a Francolise, dove il proprietario, dopo essersi accorto che stavano cercando di portargli via il furgone, ha imbracciato il fucile da caccia ed ha sparato, non riuscendo però a capire (essendo accaduto a notte inoltrata) se avesse colpito o meno il mezzo. Anche perché il 47enne italiano è stato poi investito dallo stesso mezzo (che è stato ritrovato dopo qualche ora dagli inquirenti) riportando la frattura della gamba.

All’interno del mezzo sono state rinvenute tracce di sangue che sono state ‘recuperate’ ed inviate al Ris di Roma per eseguire una comparazione col Dna del 33enne albanese che è stato ricoverato con una ferita da arma da fuoco all’altezza del busto. L’ipotesi, come detto, è che le due cose possano essere collegate ma si attende il responso degli esami. Da quanto emerge, però, per il 47enne italiano avrebbe agito per legittima difesa. Entrambi i feriti, comunque, non sono in pericolo di vita. L'albanese è indagato per rapina, l'imprenditore per tentato omicidio, anche se nelle prossime ore la sua posizione potrebbe alleggerirsi e la contestazione trasformarsi in eccesso colposo di legittima difesa.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Quanto tempo bisogna aspettare per fare il bagno dopo aver mangiato?

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Un impero da 300 milioni di euro sequestrato all'imprenditore in odore di camorra

  • Pentito non attendibile, dissequestrato l'impero milionario dell'imprenditore calzaturiero

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Rolex e Pandora falsi, arrestato orafo del Tarì

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

Torna su
CasertaNews è in caricamento