rotate-mobile
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Lite e spari nella movida: la verità nelle telecamere

Al vaglio i filmati della videosorveglianza. Il giovane rimasto ferito da un colpo d'arma da fuoco è ricoverato all'ospedale di Caserta

La rissa che si è conclusa con l'esplosione di alcuni colpi d'arma da fuoco nella zona della movida ha fatto scattare le indagini da parte delle forze dell'ordine che operano a Santa Maria Capua Vetere.

I carabinieri hanno acquisito i filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona dell'Anfiteatro, sia di proprietà del Comune sia private, per cercare di ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto e, soprattutto, individuare i partecipanti alla rissa e chi ha esploso i colpi d'arma da fuoco.

Secondo una primissima ricostruzione grazie alle testimonianze di alcune persone raccolte durante la notte dagli investigatori, alla rissa avrebbero preso parte numerosi giovani e che ad un certo punto sarebbero stati esplosi due colpi d'arma da fuoco. Uno dei proiettili ha ferito a una gamba il ragazzo che è stato soccorso da un'ambulanza del 118 e trasportato in ospedale. Fortunamente il giovane non è in pericolo di vita. Si trova ricoverato presso l'ospedale "Sant'Anna e San Sebastiano" di Caserta.

Quanto accaduto, però, ha rimesso in primo piano il tema della sicurezza legato alla movida. Dopo un periodo di tranquillità la violenza sembra essere tornata protagonista nelle notti dedicate al divertimento nella città del Foro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite e spari nella movida: la verità nelle telecamere

CasertaNews è in caricamento