Sparato al cuore durante la rapina: "Ha percorso 150 metri prima di spirare"

La nuova perizia disposta dai giudici chiude il processo a Hristov e Cipresso accusati dell'omicidio del 22enne

Il corpo del 22enne venne trovato nelle campagne di via Campanello a Teverola

Ferito da un colpo di pistola al cuore avrebbe percorso 150 metri prima di crollare al suolo e spirare. E' questa la conclusione del collegio di esperti, nominati dalla Corte d'Assise di Napoli, chiamati a fare chiarezza sulla morte di Aurel Xhili, 22enne albanese ucciso a 22 anni durante una rapina ai danni di una coppietta di Casapesenna che si era appartata tra le campagne di via Campanello a Teverola. 

Il cardiologo ed il medico legale hanno esposto ai giudici che l'adrenalina per il colpo, la lite e la fuga potrebbero aver spinto il giovane a percorrere quella distanza nonostante ferito ad organi vitali. Secondo i consulenti già sentiti in aula, infatti, il colpo di pistola che avrebbe ucciso Xhili avrebbe attinto il cuore ed un polmone provocandogli ferite incompatibili con quel tragitto. Di qui la necessità di fugare i dubbi con una nuova perizia medico-legale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla sbarra per quel delitto ci sono il bulgaro Ivanov Hristov e l'aversano Clemente Cipresso. I fatti di cui al processo si sono verificati due anni fa. Secondo la ricostruzione degli inquirenti una banda composta da tre persone, una dei quali era Xhili, aggredì due giovani fidanzati di Casapesenna che si erano appartati. I due ragazzi vennero minacciati con un coltello ed una pistola. Il giovane reagì e cominciò una colluttazione con uno dei rapinatori, Xhili. Partirono dei colpi di pistola. Uno attinse alla gamba la vittima della rapina, costituitasi parte civile con l'avvocato Guido Diana, ed altri due centrarono il rapinatore 22enne, uccidendolo. Ora ad inizio luglio il pubblico ministero pronuncerà la sua requisitoria. La sentenza è prevista per l'estate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento