Cronaca

Spara al fratello per l'eredità: condannato 50enne

La mira difettosa fa cadere l'accusa di tentato omicidio

Ha sparato al fratello con la pistola

Sparò al fratello ma la sua mira fece cilecca. Nonostante questo il giudice del tribunale di Napoli Nord ha condannato a 2 anni ed 8 mesi di reclusione Massimo Di Caterino, 50 anni di Casal di Principe. 

Secondo quanto riferito da AndKronos l'uomo, lo scorso mese di agosto, al termine di un litigio per questioni di eredità con il congiunto esplose un colpo di pistola che per miracolo non centrò il fratello. Al termine del rito abbreviato il magistrato ha derubricato il reato da tentato omicidio in porto abusivo di armi e minacce. Per questo la pena è stata piuttosto moderata, nonostante la gravità, almeno nelle intenzioni, del gesto. Di Caterino è stato difeso dall'avvocato Paolo Caterino

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spara al fratello per l'eredità: condannato 50enne

CasertaNews è in caricamento