rotate-mobile
Cronaca San Felice a Cancello

Spaccio di droga, scarcerazioni "eccellenti" al Riesame

Ieranò Lombardi finisce ai domiciliari. Scarcerati pure Romano e Crisci

Arrivano le prime scarcerazioni da parte del tribunale del Riesame per alcune delle persone arrestate nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere che aveva fatto luce, a inizio ottobre, su un gruppo di spacciatori attivi a Maddaloni, San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico, Montesarchio e Arpaia.

Il Tribunale della Libertà, accogliendo le tesi dell’ avvocato Vittorio Fucci, ha scarcerato Alessandro Ierano' Lombardi, beneventano di 30 anni, che era detenuto fino a ieri notte presso il carcere di Poggioreale. Una scarcerazione eccellente se si considera che Ierano’ Lombardi, avrebbe rivestito un ruolo di vertice nell'inchiesta. Il 30enne, infatti, è accusato dell'imponente numero di circa 30 capi di imputazione attinenti allo spaccio aggravato di sostanze stupefacenti, avvenuto tra i territori della Valle Caudina (prevalentemente a Montesarchio), Acerra e della Valle di Suessola, posizione così grave da portare alla custodia cautelare in carcere.

Si è rivelata, quindi, vincente la tesi difensiva di professarsi innocente e di avvalersi della facoltà di non rispondere durante l'interrogatorio di garanzia, puntando così direttamente al ricorso dinanzi al Tribunale del Riesame, che lo ha scarcerato rispetto all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, reiterata dal gip del Tribunale di Benevento. Ieri notte Ierano’ Lombardi ha lasciato il carcere di Poggioreale, ottenendo la misura dei domiciliari.

La scarcerazione di Alessandro Ierano’ Lombardi, avviene a distanza di una settimana della scarcerazione di Mario Romano e Pasquale Crisci, rispettivamente di San Felice a Cancello e di Arienzo, difesi dall'avvocato Vittorio Fucci, anche essi coinvolti nel maxi-blitz antidroga.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, lo stupefacente sarebbe stato acquistato a Caivano per essere rivenduto dai pusher finiti in manette nel blitz dei carabinieri. Durante l' indagine, condotta anche con attività tecniche e con servizi di osservazione, controllo e pedinamento, sono stati eseguiti numerosi riscontri che hanno suffragato l'ipotesi investigativa, e segnatamente ci sono stati 8 arresti in flagranza; 14 denunce in stato di libertà; accertamenti di oltre 600 episodi di cessione di sostanza stupefacente di vario tipo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga, scarcerazioni "eccellenti" al Riesame

CasertaNews è in caricamento