Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Spaccio di droga al bar, scarcerato 26enne

Il Riesame revoca la misura dei domiciliari per Dattolo

L'inchiesta sullo spaccio di droga

Arriva la svolta per Morris Dattolo, finito agli arresti domiciliari nell'ambito di un'inchiesta della Dda sullo spaccio di droga tra Caserta e Casagiove. 

I giudici del tribunale del Riesame hanno accolto l'istanza di scarcerazione presentata dai legali di Dattolo, gli avvocati Michele Di Fraia e Claudia Riccardi, e disposto la liberazione del 26enne. L'inchiesta dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta, partita nel luglio del 2017 fino a gennaio 2018, ha portato all'arresto di 5 persone mentre altre 11 sono indagate a piede libero. Secondo gli inquirenti lo stupefacente veniva fornito dal gruppo Vasapollo, articolazione del clan Sautto Ciccarelli, attraverso Antonio e Stefano Esposito e veniva poi spacciato nelle piazze tra Caserta e Casagiove gestite da Nicola Fiano e Pietro Martucci, ritenuti a capo del sodalizio dedito allo spaccio di droga. Dattolo sarebbe stato incaricato del ritiro e del trasporto delle partite di stupefacente che venivano poi spacciate nel bar gestito da Fiano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga al bar, scarcerato 26enne

CasertaNews è in caricamento