rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Spaccio di cocaina in Mercedes, arrestato 44enne. In casa aveva oltre duemila euro

I carabinieri lo hanno sorpreso a cedere una dose ad un 48enne in via Isonzo

Spaccio in Mercedes. I carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Caserta hanno arrestato un 44enne di Casagiove sorpreso in via Isonzo mentre cedeva a un acquirente di 48 anni una dose di cocaina. In casa del pusher i militari hanno trovato droga e 2170 euro in contanti. L'uomo dovrà rispondere di spaccio di sostanza stupefacente. 

L'arresto è stato eseguito in serata. Ad attirare l’attenzione dei militari dell’Arma, in transito in via Isonzo, è stato il passaggio di mano di una banconota da 50 euro avvenuto proprio tra l’arrestato, seduto in una Mercedes classe A, e un 48enne, a piedi, all’esterno del veicolo. Quando i due si sono accorti della presenza dei carabinieri era troppo tardi per provare a nascondere sia la banconota che lo stupefacente.

Fermati e perquisiti, il conducente della Mercedes, con precedenti specifici, è stato trovato in possesso della somma di 380 euro in contanti e di una bustina in cellophane contenente cocaina, che custodiva nella tasca dei pantaloni. In strada poi, davanti alla portiera della Mercedes, i militari dell’Arma hanno rinvenuto e sequestrato altre due bustine in cellophane, contenenti sempre cocaina, verosimilmente lasciate cadere a terra dal pusher o dall’acquirente all’arrivo dei carabinieri.

La successiva perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione dell’arrestato ha consentito di rinvenire e sequestrare ulteriori due dosi, una di cocaina e l’altra di hashish, oltre a un bilancino di precisione, bustine per il confezionamento e la somma contante di 2.170 euro.

L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, mentre, l’acquirente, è stato segnalato alla Prefettura di Caserta.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di cocaina in Mercedes, arrestato 44enne. In casa aveva oltre duemila euro

CasertaNews è in caricamento