Cronaca Marcianise

Spaccio di crak, in due tornano a casa

Il giudice ha disposto i domiciliari per Iadicicco e Bizzarro

Arresti domiciliari. E' questa la misura per Andrea Bizzarro e Michele Iadicicco, entrambi 36enni di Marcianise, disposta dal giudice Nicoletta Campanaro in seguito all'udienza di convalida celebrata al tribunale di Santa Maria Capua Vetere, dopo gli arresti di venerdì.

Il magistrato ha convalidato l'arresto per i due ma ha disposto, su istanza degli avvocati difensori Peppe Foglia e Paolo Pascarelli Dell'Aquila, la misura meno afflittiva dei domiciliari in sostituzione della detenzione in carcere. Bizzarro e Iadicicco sono così rientrati a casa, dove dovranno restare, dopo il week end trascorso alla casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Bizzarro e Iadicicco erano stati arrestati per spaccio di droga in seguito ad un blitz della Squadra Mobile di Caserta al parco Primavera di Marcianise. Gli agenti, dopo avere individuato l’appartamento situato al primo piano, e raggiunta la porta di ingresso, non ricevendo risposta all’intimazione: “Aprite, Polizia!!”, hanno prontamente deciso di dividersi ed andare anche nella parte posteriore dello stabile, al fine di evitare che gli occupanti della casa si dessero alla fuga da vie secondarie.

Ed infatti, gli operatori della Squadra Mobile hanno immediatamente intercettato e bloccato Andrea Bizzarro, mentre cercava di scappare dal balcone, temendo di essere arrestato una volta colto in flagranza. Solo dopo avere bloccato il suo complice, Iadicicco, vistosi ormai senza vie di fuga, ha deciso di collaborare, aprendo la porta per far accedere in casa la Polizia. 

Una volta all’interno dell’appartamento, a seguito di un’accurata perquisizione, sono state rinvenute 45 dosi di sostanza stupefacente del tipo Crak, contenute in bustine di cellophane termo sigillate per un peso totale di 13.43 grammi ed un bilancino di precisione digitale, inoltre, all’interno del materasso del letto, ben nascoste, sono state trovate due mazzette di banconote del valore complessivo di 4000 euro, sicuro provento dell’attività illecita svolta dai due. Tutto quanto rinvenuto dal personale operante è stato debitamente sequestrato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di crak, in due tornano a casa

CasertaNews è in caricamento