rotate-mobile
Cronaca

Spaccio di droga, 28enne ai domiciliari

Coinvolto nel blitz dello scorso febbraio che disarticolò un gruppo dedito allo smercio di stupefacenti tra piazza Sant'Anna, via Trento e via Acquaviva

Arresti domiciliari per Lorenzo Claudio Bernardino, 28enne casertano, pusher d'elite del Capoluogo coinvolto nel blitz dei carabinieri del comando provinciale di Caserta che portò all'arresto, l'8 febbraio scorso, di 6 persone ritenute responsabili di cessione di sostanze stupefacenti e detenzione di arma da sparo clandestina. È quanto disposto dal Gip Federica Villano del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che ha accolto l'istanza di sostituzione della misura cautelare in carcere con quella degli arrestati domiciliari presentata dai legali del pusher casertano, gli avvocati Michele Di Fraia e Giuseppe Scala.

Le indagini, avviate dai carabinieri nell'ottobre 2020, hanno consentito, attraverso intercettazioni, sequestri ed arresti in flagranza, di accertare l'esistenza di una piazza di spaccio nel comune di Caserta, perlopiù in piazza Sant'Anna, via Trento e via Acquaviva, gestita da giovanissimi pusher. Il canale di approvvigionamento era il Parco Verde di Caivano dove una volta giunta nel Capoluogo la droga - hashish, cocaina e crack - veniva sporzionata a casa dei pusher e poi rivenduta nelle piazze di spaccio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga, 28enne ai domiciliari

CasertaNews è in caricamento