Cronaca Casal di Principe

Amanti arrestati per spaccio tornano liberi prima di Natale

La donna aveva denunciato il compagno dopo le foto hot affisse per strada. Dalle conversazioni su whatsapp i carabinieri scoprono la piantagione di marijuana

Obbligo di firma per un 49enne ed una 32enne di Casal di Principe arrestati un paio di settimane fa per la produzione ai fini di vendita di alcune piante di marijuana. Il tribunale del Riesame di Napoli accogliendo le tesi del difensore dei due, l'avvocato Mirella Baldascino, ha riformato l'ordinanza emessa nei confronti dei due indagati e sostituito la misura degli arresti domiciliari con quella meno afflittiva dell'obbligo di presentazione alla pg per 3 volte a settimana. 

La vicenda è del tutto singolare. La donna lo scorso mese di giugno si era recata presso la caserma dei carabinieri di San Cipriano d'Aversa per denunciare l'uomo con il quale aveva una relazione. In seguito ad una lite, infatti, il 49enne aveva stampato delle fotografie della donna in atteggiamenti sessualmente espliciti e le aveva affisse per il paese, anche nei pressi dell'abitazione di alcuni familiari della ragazza. 

La donna denunciò l'uomo per le stalking e come prova di tali condotte persecutorie diede ai carabinieri lo smartphone per estrapolare alcune conversazioni. Dalla visione dei messaggi non emerse solo lo stalking ma anche il fatto che i due amanti facessero uso di sostanze stupefacenti come hashish e marijuana e che avessero avviato una piccola produzione di erba da vendere successivamente a terzi. 

Foto della piantagione ma anche delle fasi di essiccazione delle piante che sono state prelevate dal cellulare ed ora costituiranno la prova maestra dell'attività di spaccio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amanti arrestati per spaccio tornano liberi prima di Natale

CasertaNews è in caricamento