menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cocaina spacciata nel bar

La cocaina spacciata nel bar

Bar trasformato in centrale di spaccio di cocaina, blitz della polizia

Arrestata la proprietaria del locale. La droga nascosta anche nella sua abitazione

La Polizia di Stato di Caserta, con l’ausilio degli immancabili cinofili della Guardia di Finanza di Aversa, ha messo a segno un altro colpo in materia di contrasto allo spaccio di droga, traendo in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti la 46enne Maddalena Martucci.

Come emerso da una pregressa attività info-investigativa la donna, titolare del bar di San Tammaro “El crak” bed caffè, era solita detenere sostanze stupefacenti presso il locale, non disdegnando di cederne dosi agli avventori “di fiducia”. 

Dopo mirati servizi di osservazione realizzati in loco, nella serata di mercoledì 24 aprile gli investigatori della Squadra Mobile casertana e i colleghi finanzieri sono piombati nel locale ed hanno avuto immediata conferma delle indagini; infatti, durante la perquisizione dell’esercizio, supportata dall’infallibile fiuto del cane finanziere Bold, è stato effettuato un primo rinvenimento di sostanze, in particolare di otto involucri termosaldati in plastica trasparente, contenenti polvere bianca, e una pietra di forma irregolare, anch’essa di polvere bianca, custodita sul retro dell’esercizio. Tali sostanze, risultate positive al narcotest come cocaina, avevano un peso lordo complessivo di 6,28 grammi.

In ragione di tale risultato, gli operanti effettuavano analoghe attività di ricerca presso l’abitazione della Martucci. Qui, in particolare nel box di pertinenza dell’immobile, venivano rinvenuti ulteriori quaranta involucri termosaldati in plastica trasparente contenenti sostanza che, risultata anch’essa positiva al narcotest come cocaina, aveva un peso lordo complessivo di 26,43 grammi.

Martucci è stata quindi dichiarata in arresto e, come disposto dal pm di turno competente, dopo le formalità di rito è stata posta agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa del rito direttissimo previsto per la giornata odierna. In tale sede, sussistendone tutti i presupposti, l’arresto è stato regolarmente convalidato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento