Spaccio del clan nelle palazzine, chieste 12 condanne

Il procuratore generale ha invocato la conferma della sentenza di primo grado per il gruppo di 'o Sapunaro

Esposito e Mastropietro

Dodici condanne. Questa la richiesta del procuratore generale nel processo d'Appello per lo spaccio di droga nelle palazzine Iacp di Maddaloni gestito con il placet del clan Belforte. 

Il procuratore generale ha chiesto la conferma della sentenza di primo grado invocando 6 anni e mezzo per Pietro Belvedere, 31 anni di Maddaloni; 5 anni e 8 mesi per Vincenzo Cecere, 55 anni di Maddaloni; 7 anni e 2 mesi per Giuseppe Madonna, 27 anni di Maddaloni; 12 anni e 10 mesi per lo chef Antonio Mastropietro, 41 anni di Maddaloni; 13 anni e 8 mesi per Antonio Padovano, 42 anni di Maddaloni; 11 anni per Fabio Romano, 29 anni di Maddaloni; 10 anni per Antonietta Stefanelli, 44 anni di Maddaloni; 10 anni e 6 mesi per Antonio Tagliafierro, 30 anni di Maddaloni; 4 anni per Mariano Tagliafierro, 23 anni di Maddaloni; 7 anni per Biagio Tedesco, 27 anni di Maddaloni; 10 anni e 8 mesi per Aniello Zampella, 20 anni di Maddaloni; 20 anni per Antonio Esposito, alias 'o Sapunaro. Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Franco Liguori, Nello Sgambato, Romolo Vignola, Gerardo Marrocco, Danilo Di Rosa, Claudio Sgambato, Michele Ferraro, Ferdinando Letizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inchiesta, partita in seguito all'omicidio di Daniele Panipucci, ha svelato l'esistenza di un sodalizio finalizzato allo spaccio di marijuana, cocaina ed hashish nelle palazzine della Cucciarella. Le indagini hanno anche mostrato come i pusher dovessero versare una quota per poter vendere stupefacenti nelle piazze di spaccio ed in particolare in quella del rione Iacp di via Cucciarella a Maddaloni, attività svolta con l'avallo del clan Belforte egemone nella zona di Maddaloni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento