"Abusi sessuali su una minorenne", il vescovo sospende parroco

La segnalazione dei fedeli, aperta indagine. Spinillo prende subito provvedimenti

Un parroco casertano sospeso dal vescovo dopo una segnalazione di presunti abusi ai danni di una minorenne. E' ancora scottante, nella Diocesi di Aversa, il terremoto causato lo scorso anno dall'inchiesta che ha colpito don Michele Barone e, oggi, alla luce di un nuovo caso dai tratti similari, il vescovo Angelo Spinillo non ha voluto compiere rischi. Per questo motivo è stato sospeso, con provvedimento immediato, il parroco Michele Mottola della parrocchia di San Giorgio Martinne di Trentola Ducenta dopo che era arrivata la segnalazione di "atti configurabili come abuso su una persona di minore età". Il caso è stato segnalato anche all'autorità giudiziaria che adesso dovrà svolgere le indagini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA NOTA UFFICIALE DELLA DIOCESI. "A seguito della segnalazione pervenuta alla Diocesi di Aversa, in data 24 maggio 2019, da parte di alcuni fedeli della Parrocchia "S. Giorgio M." in Ducenta (Ce), che attribuiva al Parroco della stessa chiesa, Sac. Michele Mottola, atti configurabili come abuso su una persona di minore età, nei confronti dello stesso Sacerdote, in data 25 maggio 2019, è stato emanato un Provvedimento Disciplinare Cautelativo con l'immediata interdizione dalle funzioni di Parroco. Nel contempo sono state avviate tutte le procedure previste dal Codice canonico per accertare la gravità delle responsabilità del Sacerdote e per assicurare ogni tutela alla persona di minore età coinvolta in questa situazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

  • Tragedia al ritorno dal mare: muore 19enne, grave il fratello

  • Salvini torna a Mondragone e stavolta trova sorrisi, mozzarelle e dolci: "Cacciare bulgari fuorilegge" | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento