Fa tardi a firmare dai carabinieri, assolto sorvegliato speciale

Era stato 'rallentato' da un altro controllo dei militari

Assolto V. T. 51enne di Villa Literno dal reato di violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale. A propendere per l'assoluzione di V. T. , già con precedenti per reati contro il patrimonio, é stato il tribunale di Napoli Nord accogliendo la tesi difensiva dell'avvocato Tammaro Diana.

Il 51enne era sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza con obbligo di dimora nel Comune di Villa Literno ed obbligo di firma presso la polizia giudiziaria. 

Nell'ottobre del 2016 contravveniva all'obbligo di firma apponendola presso la stazione carabinieri di Villa Literno in un orario diverso da quello stabilito. A nulla valsero le giustificazioni dell'imputato che spiegò che il ritardo era dovuto ad un controllo operato da altri militari nei pressi della propria abitazione nel mentre si recava presso la caserma dei carabinieri. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari segnalarono comunque il ritardo di 15 minuti di V. T. presso la Procura di Napoli Nord dimostrando di fatto la violazione delle misure di sorveglianza speciale. La tesi del suo difensore di fiducia ha evidenziato quanto fosse giustificato il ritardo nell'adempimento dell'obbligo ottenendo così l'assoluzione del suo cliente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento