rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
Cronaca Marcianise

Sorveglianza speciale per Camillo Belforte nonostante il parere negativo della Dda

Per i giudici di prevenzione il figlio del capoclan ha rivestito un ruolo apicale nel sodalizio. Difesa ricorre in Appello

Misura della sorveglianza speciale nei confronti di Camillo Belforte, figlio del capoclan dei 'Mazzacane' Domenico. Lo ha deciso la sezione Misure di Prevenzione, presidente Urbano, del tribubale di Santa Maria Capua Vetere.

Nel mese di marzo scorso, la stessa sezione aveva disposto la misura di prevenzione nei confronti del figlio del boss che era stato scarcerato dopo aver espiato una pena di 4 anni. Una misura che era stata sospesa dopo che il legale di Belforte jr, l'avvocato Nicola Musone, aveva impugnato il provvedimento in quanto non era stata rivalutata nuovamente la pericolosità sociale, come disposto dalla Cassazione. 

Dopo la sospensione, la misura è stata nuovamente discussa dinanzi alla sezione Misure di Prevenzione che ha deciso di applicare nuovamente la sorveglianza speciale, nonostante il parere contrario della stessa Dda che si è associata alle argomentazioni difensive secondo le quali ad oggi non sussisterebbe l'attualità della pericolosità sociale da parte di Belforte. 

Per i giudici, però, Belforte jr va 'marcato a vista' essendo stato almeno per il passato elemento di spicco del sodalizio criminale. Il provvedimento è stato notificato nelle scorse ore dalla polizia. Il difensore Musone ha già depositato ricorso in Corte d'Appello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorveglianza speciale per Camillo Belforte nonostante il parere negativo della Dda

CasertaNews è in caricamento