rotate-mobile
Cronaca Marcianise

Quattromila euro per sposare l'amante cubana dell'imprenditore: "Serve una casa caduta"

L'intreccio emerso dall'inchiesta di custodia cautelare a carico di 23 persone

Quattromila euro per sposare l'amante cubana di un imprenditore, attivo nel settore dei gioielli e con un attività all'interno del Tarì di Marcianise, e farle ottenere la cittadinanza. 

L'intreccio per l'amante dell'imprenditore

Emerge dall'ordinanza di custodia cautelare sul clan Belforte che ha portato all'arresto di 23 persone e a portare la Dda ad iscrivere nel registro degli indagati 71 persone in totale. Ma veniamo ai fatti. Secondo la contestazione l'imprenditore C.V. avrebbe intrecciato una relazione con una donna cubana di 25 anni. A quel punto coinvolge un suo dipendente D.C. a fare da intermediario con Giovanni Moretta, arrestato e ritenuto sodale di Giovanni Buonanno, figlio del ras dei Mazzacane Gennaro alias 'Gnucchino'. Sarebbe Moretta a porsi come intermediario con lo sposo. Nella vicenda viene coinvolto anche P.M., 61enne barista, che procaccia, su richiesta di Moretta lo sposo che viene individuato in G.N. con il quale la cubana si sposa al comune di Marcianise ottenendo così il permesso di soggiorno.

Le intercettazioni

E "l'agenzia matrimoniale" incassa per combinare le nozze poco meno di 6mila euro: 4mila allo sposo, 500 euro agli intermediari. La vicenda emerge in maniera chiara dalle intercettazioni: "Abbiamo qualcuno che si vorrebbe sposare con una cubana? Gli facciamo guadagnare qualche cosa di soldi". La ricerca si indirizza verso "qualche casa caduta", cioè una persona in difficoltà economica disposto a tutto per soldi. Ma tutto, come detto, ha un costo: "Quattro babbà" riferisce Moretta al barista che materialmente procura il promesso sposo. L'affare va in porto con i due che convolano a nozze il 27 agosto del 2019. A fargli da testimone, manco a dirlo, l'imprenditore dei gioielli amante della bella e giovane latina. 

La scoperta

A soli 2 mesi dalle nozze, lo sposo era stato sottoposto ad un fermo indiziato di delitto per stalking nei confronti della sua compagna (quella vera). Al momento dell'accertamento disse ai carabinieri di essere in via di separazione non ricordando, tra l'altro, le generalità di quella che per lo Stato era sua moglie. Una conferma della falsità delle nozze contratte solo due mesi prima con la straniera. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattromila euro per sposare l'amante cubana dell'imprenditore: "Serve una casa caduta"

CasertaNews è in caricamento