rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Marcianise

Il sindaco indagato per un post su Facebook

La lite con una insegnante ha fatto scattare la denuncia

Nuove grane giudiziarie per il sindaco di Marcianise Antonello Velardi. La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere lo ha iscritto nel registro degli indagati per diffamazione tramite social network per alcune frasi rivolte nei confronti di una insegnante che aveva inteso contestare un post del primo cittadino. In particolare, come si evince dall’atto firmato dal sostituto procuratore Mariangela Condello, Velardi avrebbe diffamato una insegnante di Marcianise in una polemica sulla chiusura delle scuole per il maltempo nello scorso mese di febbraio. La docente che insegna al Novelli è stata attaccata anche per essere la figlia di un noto sindacalista casertano. 

Il post incriminato del 27 febbraio 2018. “In molti mi hanno dato addosso, per ultima stamattina questa docente che mi ha fatto cadere le braccia. Docente e figlia di un sindacalista che usa questioni, cos’altro ci dovremo aspettare? Si difendono così i diritti? Con questa sgrammaticatura di pensiero e di scrittura? La scuola è alla frutta. Certo i figli sono cosa diversa dai padri e la responsabilità è personale ma è opportuno che la figlia di un sindacalista usi questi toni con chi svolge una funzione pubblica? Che idea io mi devo fare di quel sindacalista se questo è il risultato? Il sindacato dovrebbe impedire ad un proprio congiunto di insegnare sotto casa mentre migliaia di professori son in giro per l’Italia. Evidentemente la professoressa ha un concetto diverso dal nostro degli obblighi di chi svolge una funzione pubblica, e lei la svolge. A men che il padre non gliene abbia trasmessa un’altra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco indagato per un post su Facebook

CasertaNews è in caricamento