De Cristofaro fa ricorso contro la multa della Corte dei Conti

Il Comune si costituisce in giudizio contro l’ex sindaco

L'ex sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro

Il Comune di Aversa decide di costituirsi in giudizio contro l’ex sindaco Enrico de Cristofaro. Con una delibera di giunta, l’esecutivo guidato dal sindaco Alfonso Golia ha dato mandato al legale dell’Ente, Domenico Pignetti, di affiancare la Corte dei Conti nell’atto di citazione del sindaco sfiduciato a febbraio 2019.

L’addio e la ‘dimenticanza’

L’ex sindaco non ha firmato la relazione di fine mandato che gli uffici comunali sono obbligati ad inviare alla Corte dei Conti regionale entro 60 giorni dalla fine del proprio mandato. Dopo la fine anticipata della consiliatura (il sindaco fu mandato a casa dopo la sfiducia da parte di 16 consiglieri comunali), l’architetto non ha siglato la relazione obbligatoria che invece è stata sottoscritta dal responsabile dell'area finanziaria e dal segretario generale, nonché pubblicata sul sito dell'Ente così come prescritto dalla legge del 2011.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

5700 euro di taglio sulla liquidazione

La mancata sottoscrizione da parte dell’ex sindaco gli è costata cara. La sezione regionale di controllo della Corte dei Conti della Campania, presieduta da Fulvio Longativa, ha aperto un procedimento nei confronti dell'ex presidente dell'Ordine degli Architetti di Caserta, che si è concluso il 23 settembre dello scorso anno con la richiesta ufficiale al Comune di Aversa di "applicare una sanzione" nei confronti dell'ex sindaco. Per questo motivo il Comune ha trattenuto 5700 euro dal trattamento di fine mandato che è stato determinato dall’allora dirigente dell'area Affari Generali Giuseppe Nerone. Una 'multa' di quasi il 60% rispetto a quanto l'Ente doveva liquidare all'ex sindaco che, dopo la sfiducia e la successiva fine anticipata della consiliatura, ha chiuso nel peggiore dei modi la sua esperienza politica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse in Campania fino al 30 ottobre per il coronavirus

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Il Covid colpisce ancora: 187 nuovi positivi nel casertano

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Doppiato il record di contagi: 284 casi e 2 decessi nel casertano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento