Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Orta di Atella

Contrabbando, 17 arresti. Uno dei 'corrieri' fermato nel casertano

L'indagato atellano è stato anche sorpreso dalle forze dell'ordine a bordo di un'auto con 327 kg di sigarette

I Comandi Provinciali della Guardia di Finanza e dei Carabinieri di Napoli, coordinati dalla Procura della Repubblica partenopea, stanno eseguendo, tra il capoluogo partenopeo e la provincia ed il casertano, 17 provvedimenti cautelari emessi dal gip del Tribunale di Napoli nei confronti di altrettante persone ritenute gravemente indiziate di associazione per delinquere finalizzata al contrabbando di sigarette.

Nel blitz è coinvolto anche un uomo di Orta di Atella, già gravato da precedenti specifici, ritenuto essere uno dei 'corrieri' della rete di contrabbandieri, con il compito di ritirare e consegnare le forniture di sigarette.

Nel corso delle indagini l'indagato atellano è stato anche sorpreso dalle forze dell'ordine a bordo di un'auto con 327 chili di tabacchi lavorati esteri. Complessivamente, è stato calcolato dagli inquirenti che l’organizzazione criminale ha movimentato oltre 27 tonnellate di sigarette di contrabbando.

Un mercato, quelle delle "bione illegali" che, secondo la Coldiretti, provoca "in Italia un mancato gettito intorno ai 400 milioni di euro. Ma a preoccupare sono anche gli effetti sulla salute per la mancanza di controlli sulla qualità e sull’utilizzo di sostanze chimiche proibite. Le aree tradizionalmente più colpite dal contrabbando risultano infatti essere Friuli-Venezia Giulia e Campania dove rispetto alla media nazionale del 3,4% la quota di consumo illecito sul totale si attesta nelle due regioni al 22% e al 12% secondo il rapporto sul consumo di sigarette illecite, realizzato da Kpmg con il contributo di Philip Morris International".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrabbando, 17 arresti. Uno dei 'corrieri' fermato nel casertano

CasertaNews è in caricamento