Soldi o botte, arrestati i 'protettori' di una prostituta

I due la picchiavano se non consegnava quotidianamente 150 euro

I carabinieri della Stazione di Gricignano di Aversa, all’esito di una indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, hanno eseguito l’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere nei confronti di un un uomo di 44 anni residente a Caivano (Napoli) e di una donna 38enne di Gricignano di Aversa, per sfruttamento della prostituzione.

L’indagine condotta nel corso del mese di maggio ha permesso di raccogliere un grave quadro indiziario in merito all’esistenza di un vincolo di assoggettamento posto in essere nei confronti di una donna, costretta dalla coppia a prostituirsi tra Aversa e Castel Volturno sin dal 2016.

I due arrestati, come emerso dalle indagini, costringevano la vittima a versa la somma di 150 euro al giorno, una cifra che quando non veniva raggiunta causava alla donna percosse e violenze.

Dall’inchiesta, basata su pedinamenti e servizi di osservazione, è emerso il concorso dei due arrestati nello sfruttamento della prostituzione e l’individuazione dei precisi momenti in cui la vittima consegnava i soldi frutto della sua ‘attività giornaliera’.

Potrebbe interessarti

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • FORZA LUCREZIA Amici e familiari in preghiera per la 24enne

Torna su
CasertaNews è in caricamento