Soldi o botte, arrestati i 'protettori' di una prostituta

I due la picchiavano se non consegnava quotidianamente 150 euro

I carabinieri della Stazione di Gricignano di Aversa, all’esito di una indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, hanno eseguito l’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere nei confronti di un un uomo di 44 anni residente a Caivano (Napoli) e di una donna 38enne di Gricignano di Aversa, per sfruttamento della prostituzione.

L’indagine condotta nel corso del mese di maggio ha permesso di raccogliere un grave quadro indiziario in merito all’esistenza di un vincolo di assoggettamento posto in essere nei confronti di una donna, costretta dalla coppia a prostituirsi tra Aversa e Castel Volturno sin dal 2016.

I due arrestati, come emerso dalle indagini, costringevano la vittima a versa la somma di 150 euro al giorno, una cifra che quando non veniva raggiunta causava alla donna percosse e violenze.

Dall’inchiesta, basata su pedinamenti e servizi di osservazione, è emerso il concorso dei due arrestati nello sfruttamento della prostituzione e l’individuazione dei precisi momenti in cui la vittima consegnava i soldi frutto della sua ‘attività giornaliera’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato il patron della 'Clinica Pineta Grande'

  • Terribile schianto sulla Nola-Villa Literno: due feriti gravi

  • Reddito di cittadinanza, sospiro di sollievo per 100mila beneficiari

  • Bollo, sconto del 10% anche a Caserta: ecco come averlo

  • Non supera il test di Medicina, il giudice ordina all’Università di farle ripetere la prova

  • Svolta dopo l'esplosione nella palazzina: sequestrato l'intero impianto di serbatoi Gpl

Torna su
CasertaNews è in caricamento