rotate-mobile
Cronaca Sessa Aurunca / Corso Lucilio, 32

Blitz delle forze dell’ordine per sgomberare la villa del boss

Operazione congiunta per liberare la casa dove si trovava un bunker

Forze dell’ordine in azione questa mattina per lo sgombero della villa che apparteneva al boss Mario Esposito, esponente di primo piano del clan dei Muzzoni, nella quale ad oggi vivono ancora tre famiglie. L’operazione in via Pontenuovo ha visto entrare in azione carabinieri, polizia, guardia di finanza ed anche la polizia municipale di Sessa Aurunca che ha bloccato il traffico lungo la Statale Appia per permettere le operazioni di sgombero. All’interno della villa vi era anche un bunker utilizzato dal boss.

La palazzina della famiglia Esposito è stata confiscata e ora verrà assegnata al Comune. Nell'immobile, formato da otto unità abitative, risiedono ancora tre nuclei familiari, tutti esponenti della famiglia, non raggiunti da alcun provvedimento. Il clan Esposito, detto dei "Muzzoni", fu fondato da Mario Esposito, e negli anni ha stretto alleanze con i La Torre di Mondragone e il clan dei Casalesi. L'immobile in corso di sgombero, composto da vetri blindati e cancelli rinforzati, è considerato un simbolo del clan Esposito, essendo ubicato proprio dall'ingresso di Sessa Aurunca.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz delle forze dell’ordine per sgomberare la villa del boss

CasertaNews è in caricamento