Blitz nel regno del degrado: sfrattate 30 persone, trovata droga ed allacci abusivi | FOTO

L'operazione dei vigili urbani in un fabbricato fatiscente: murati gli accessi e denunciati 2 soggetti

Gli agenti della polizia municipale all'interno del fabbricato fatiscente di via Savona

Vivevano in un fabbricato di due piani fatiscente caratterizzato da vani uno dentro l'altro, comunicanti tra essi. Sono 30 le persone, di origine bulgara (tra cui anche alcuni minori) che questa mattina, nell'ambito dell'operazione 'Sim Day' condotta dalla polizia municipale di Mondragone, sono stati sgomberati dal fabbricato "della vergogna" sito in via Savona. 

Nel corso del blitz, i vigili urbani coordinati dal comandante David Bonuglia, hanno inoltre prevveduto a denunciare all'autorità competente due soggetti per spaccio di sostanze stupefacenti (ritrovate all'interno degli appartamenti) e furto di energia elettrica. Murati anche gli accessi agli appartamenti e registrati in Comune i 30 bulgari sgomberati.

La problematica del sovraffollamento ad opera dei bulgari è cosa ormai nota nella città di Mondragone. Un vero e proprio 'grattacapo' che l'amministrazione del sindaco Virgilio Pacifico, fin dai primi giorni del suo insediamento, ha affrontato effettuando numerosi sgomberi, multe e denunce.

Questa volta a far traboccare il vaso sono state proprio le gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali (oltre che la mancanza di energia elettrica) degli appartamenti in cui vivevano appunto 'ammassate' le 30 persone, che a seguito dello sgombero hanno dovuto indicare una nuova residenza.

L'operazione 'Sim Day' dei vigili urbani testimonia ancora una volta i buoni propositi dell'amministrazione comunale di Mondragone, impegnata nel ripristino delle norme del viver civile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfatto il sindaco Virgilio Pacifico che sottolinea: "Il nostro obiettivo è ed è sempre stato quello di ripristinare la legalità in città. L’operazione di oggi non è che l'ennesima dimostrazione data dall’amministrazione. Siamo sul pezzo e continueremo a monitorare queste persone anche nella nuova residenza che hanno fornito. Cero è che bisogna anche dire che il problema del sovraffollamento riguarda anche i tanti proprietari che continuano a fittare questi appartamenti fatiscenti a queste persone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinto un milione di euro nel casertano

  • Zona rossa, nuova ordinanza del sindaco: "Vietato circolare in auto ed a piedi nella zona urbana"

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Caserta piange altre 4 vittime ricoverate col coronavirus. Balzo dei contagi: altri 430 positivi

  • Avvocato multato per aver violato la "zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento