rotate-mobile
Cronaca Aversa

Sfonda auto della polizia, il 21enne fermato dopo spintoni ed insulti agli agenti

Disposto l'obbligo di dimora per il ragazzo ripreso in un video

Obbligo di firma per il 21enne di Aversa che domenica 3 luglio, in Piazza Principe Amedeo ad Aversa, dopo esser stato condotto nella volante del commissariato di Aversa per esser trasportato in commissariato, ha sfondato a testate e calci la volante tra insulti, sputi e percosse agli agenti.

L'episodio nasce nel corso di un controllo della polizia nell'ambito dei 'servizi movida' quando, al transito della vettura, il 21enne si è avvicinato alla volante cominciando a pronunciare frasi sconnesse; gli agenti hanno cercato di calmare l'iracondo che ha cominciato a spintonare ed insultarli. Per sottrarsi al fermo, C.P. ha malmenato i poliziotti provocando loro lesioni tali da essere attualmente inidonei al servizio.

Una volta all'interno dell'abitacolo della volante C.P. ha proseguito con la sua follia. Dal sedile posteriore della volante prima a testate e poi a calci si accanisce contro il finestrino della vettura sfondandolo e con  il volto coperto di sangue continua ad urlare contro i poliziotti, arrecare offese pesanti contro gli agenti e le loro mogli oltre che sputare loro addosso. Era in uno stato di alterazione psicofisica. È stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

All'esito dell'udienza di convalida gli è stata applicata la misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Nel corso dell'udienza non ha mostrato nessun segno di rimorso o biasimo per l'accaduto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfonda auto della polizia, il 21enne fermato dopo spintoni ed insulti agli agenti

CasertaNews è in caricamento