rotate-mobile
Cronaca Santa Maria a Vico

Sesso con la escort per l'appalto rifiuti, 5 condanne

I giudici hanno inflitto 4 anni e 2 mesi per l'ex dirigente Affinita e 4 anni e mezzo per l'ex assessore Savinelli

Arrivano 5 condanne per l'inchiesta sulla turbativa d'asta dell'appalto rifiuti a Santa Maria a Vico finito alla ditta Fare Ambiente di Angelo Grillo, imprenditore legato al clan Belforte di Marcianise. 

Il collegio presieduto dal giudice Roberto Donatiello del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha inflitto 4 anni e 2 mesi per l'ex dirigente comunale Pio Affinita; 4 anni e 6 mesi per l'ex assessore comunale Ernesto Savinelli; 4 anni e 6 mesi per Angelo Piscitelli; 1 anno e 6 mesi per Raffaele Caduco e 1 anno e 4 mesi per Pasquale Valente. Il pm Luigi Landolfi aveva chiesto pene ben più severe. Per tutti gli imputati è caduta l'aggravante mafiosa. Affinita è stato assolto dal reato di falso. 

Secondo l'accusa l’appalto del servizio di igiene urbana, per un importo che superava i 4 milioni di euro, venne aggiudicato alla "Fare l’Ambiente s.p.a." in maniera fraudolenta. Il dirigente comunale, secondo la ricostruzione dell'Antimafia, venne "corrotto" con un appuntamento galante con una escort cubana a Roma favorendo in questo modo la ditta di Grillo nell'assegnazione dell'appalto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso con la escort per l'appalto rifiuti, 5 condanne

CasertaNews è in caricamento