rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Sequestrate due tonnellate di pesce 'illegale'

La guardia costiera ha elevato sanzioni per oltre 30mila euro

Oltre due tonnellate di pesce sono state sequestrate nel Napoletano dalla guardia costiera, con sanzioni elevate per oltre 30mila euro.

Sono circa 1.000 i chilogrammi di prodotti ittici posti sotto sequestro al mercato specializzato di Mugnano, con sanzioni per 6mila euro. Altri 200 chilogrammi, perché privi di tracciabilità, quelli sequestrati in ristoranti etnici tra il Casertano e Pompei, cui sono state comminate sanzioni amministrative per circa 4.500 euro.

Si tratta di alcune delle risultanze di un'operazione di controllo sulla filiera della pesca portata a termine dalla guardia costiera in Campania.

L'operazione, ribattezzata 'Galene' e coordinata dal Centro controllo area pesca della direzione marittima della Campania agli ordini dell'ammiraglio ispettore Pietro Giuseppe Vella, ha portato, tra il 12 e il 14 aprile, a oltre 500 interventi ispettivi, sequestri di prodotti ittici per oltre 2mila chilogrammi e sanzioni amministrative per più di 30mila euro.

Tra i reati contestati quelli di pesca in aree non consentite e mancata tracciabilità dei prodotti. I controlli sono stati effettuati in mare, nei porti di attracco, dove i prodotti giungono in container a bordo delle navi, sulle grandi piattaforme logistiche e nei punti di ristorazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrate due tonnellate di pesce 'illegale'

CasertaNews è in caricamento