Scoperta la 'centrale' della marijuana: era pronta per lo spaccio

I poliziotti fanno irruzione in uno stabile abbandonato, trovate 70 piante di cannabis in coltivazione

(foto di repertorio)

Continua, incessante, l’operato da parte degli uomini del Commissariato di pubblica sicurezza di Castel Volturno, diretto dal dottor Graziano, che pur concentrandosi sul rispetto delle norme emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per il contenimento del contagio da Covid-19, non trascurano le altre attività istituzionali di competenza.

Ed è proprio nell’ambito di questa attività che, nel pomeriggio di giovedì 23 aprile, il personale della dipendente Squadra Volante, nel transitare in via Donizetti, località “Ischitella”, ha notato, in un ampio terreno e tra la vegetazione spontanea, alcune piante che, all’occhio degli agenti, parevano essere di marijuana. Tenuto conto della presenza di un immobile insistente proprio sullo stesso appezzamento di terreno, all’interno del quale potevano essere presenti delle persone, gli operatori, celando la loro presenza affinché non venisse notata, hanno accertato che le piante erano di marijuana e che si trattava di una vera e propria coltivazione ed hanno chiesto l’immediato ausilio di altri equipaggi allo scopo di cinturare l’area perché chi fosse all’interno non potesse darsi alla fuga.

Sul posto, quindi, sono sopraggiunti gli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania e dell’Esercito Italiano, anch’essi impegnati precipuamente per le attività di contrasto alla diffusione del contagio, che unitamente alla pattuglia della Squadra Volante del Commissariato di polizia di Stato di Castel Volturno, dopo aver cinturato l’area, hanno fatto irruzione all’interno dello stabile abbandonato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel seminterrato, gli agenti ed i militari si sono trovati di fronte ad una vera e propria “centrale” per la coltivazione e produzione della marijuana. Infatti, dentro una delle stanze erano state installate numerose lampade ed un impianto di areazione con filtri e deumidificatori, numerosissimi vasi contenenti circa 70 piante di cannabis indica nonché diversi chili di sostanza già essiccata e pronta per essere immessa sul mercato. La sostanza e quant’altro rinvenuto è stata sottoposta a sequestro e sono in corso indagini per individuare le persone coinvolte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Nuovo boom di contagi nel casertano, ma crescono anche i guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento