rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca Aversa

Cellulari nascosti nel ventilatore e sequestrati in carcere

Operazione della polizia penitenziaria ad Aversa. Indagato anche il figlio di "Genny la Carogna"

Due telefoni cellulari sequestrati ad altrettanti detenuti nella casa circondariale "Filippo Saporito" di Aversa. E' quanto hanno rinvenuto gli agenti della polizia penitenziaria all'interno del penitenziario normanno nella disponibilità di Eduardo Cautiero, 27enne di San Sebastiano al Vesuvio, e di Ciro De Tommaso, 21enne di Napoli figlio dell'ex capo ultrà noto con il soprannome di "Genny la Carogna". 

I due cellulari, rende noto l'Osapp Campania, erano occultati nei ventilatori. "Nonostante la carenza di personale durante questo piano ferie, i poliziotti in servizio con alta professionalità e senso del dovere non si sono fatti sfuggire l’uso illecito non consentito dei telefonini nel sistema assolutamente vietato. Un plauso agli operatori e a tutto il personale in servizio presso la struttura normanna", dichiara il segretario regionale Osapp Campania Vincenzo Palmieri, che al riguardo ha sollecitato "l’amministrazione regionale di intensificare i controlli con più uomini e impiegare più unità del reparto cinofili anche per impedire l’introduzione di sostanze stupefacenti al reparto colloqui".

Entrambi i detenuti beccati - assistiti dagli avvocati Raffaello Perrotta e Nello Sgambato - sono indagati per "accesso indebito a dispositivi idonei alla comunicazione da parte di soggetti detenuti". Il pm di turno della Procura di Napoli Nord ha disposto il sequestro dei due telefonini che ora saranno sottoposti ad accertamenti per l'acquisizione dei contenuti multimediali e dei documenti infomatici archiviati sui dispositivi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cellulari nascosti nel ventilatore e sequestrati in carcere

CasertaNews è in caricamento