Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

Emesso un decreto di sequestro preventivo delle targhe e della carta di circolazione del veicolo

La società Autostrade lo aveva ufficialmente denunciato per il reato di truffa e insolvenza fraudolenta, per non aver mai pagato il pedaggio autostradale, con un danno quantificato in 10mila euro. Un cittadino romano di 37 anni, P.D., è stato rintracciato a Gaeta, come riporta LatinaToday, dove risiede, dagli agenti del commissariato di polizia. L'uomo aveva una segnalazione di rintraccio per poter procedere al sequestro preventivo delle targhe e della carta di circolazione della propria auto, disposta dall'autorità giudiziaria di Santa Maria Capua Vetere. 

Gli agenti di Gaeta lo hanno fermato mentre era alla guida del suo veicolo e identificato. In molte circostanze era stato immortalato dai sistemi di videosorveglianza all'ingresso dei caselli per il pagamento del pedaggio mentre, in maniera illecita, metteva in atto la sua strategia per non pagare. Il metodo era sempre lo stesso: creando pericolo alla circolazione e alla sicurezza degli altri utenti della strada, si accodava ai mezzi muniti di telepass e, approfittando del sollevamento automatico della sbarra, oltrepassava tranquillamente la barriera senza pagare la somma dovuta.

L'autorità giudiziaria ha emesso dunque un decreto di sequestro preventivo delle targhe e della carta di circolazione del veicolo del 37enne, che è stato immediatamente eseguito dai poliziotti del commissariato di Gaeta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento