menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di repertorio)

(foto di repertorio)

Carabiniere si finge cliente e scopre casa del sesso

All'interno vi era una 43enne cinese. I militari dell'Arma sequestrano l'appartamento a luci rosse e indagano per risalire al proprietario

Capua a luci rosse: sequestrato un appartamento in via Fuori Porta Roma. Una sedicente donna cinese 43enne si dilettava nelle arti del meretricio all'interno dell'appartamento con un 'arsenale' di attrezzi del mestiere degno di un sexy shop: oli, sex toys, preservativi ed attrezzi per il piacere sadomaso con tanto di nastri da bondage. È quanto scoperto dai carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Capua che sono giunti alla meretrice dopo la segnalazione di alcuni residenti insospettiti da un continuo andirivieni a tutte le ore del giorno.

La donna è stata scoperta grazie ad un appuntamento fissato con un carabiniere fintosi un cliente, che dopo aver contattato la donna tramite un annuncio su molteplici siti di incontri è stato invitato nell'appartamento di via Fuori Porta Roma. Ad attendere il carabiniere 'cliente' non c'era la procace donna orientale pubblicizzata in pose succinte ma la poco avvenente 43enne.

Mentre stava conducendo il finto cliente in camera da letto all'atto di chiedere che tipo di prestazione volesse con la relativa tariffa (dai 50 euro in su per una prestazione sessuale normale) l'amara scoperta: si trattava di un carabiniere e di lì a poco l'irruzione dei colleghi. La donna è stata allontanata dall'appartamento posto poi sotto sequestro preventivo. In corso le indagini per risalire al locatario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Troppi contagi, il sindaco non si fida: "Le scuole restano chiuse"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Caterina Balivo torna in tv su Rai 1

  • social

    Blue Monday 2021, oggi è il giorno più triste dell'anno

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento