Cronaca

Sequestrata in autogrill e stuprata in autostrada: arrestato l'ex compagno

La polizia stradale interviene mentre l'uomo stava abusando della vittima dopo un viaggio di botte ed umiliazioni

L'intervento della Polizia Stradale ha fermato quell'orrore

L'ha sequestrata in un autogrill all'altezza di Terni, poi l'ha violentata in una piazzola di sosta nei pressi del casello di Caianello. E' stato questo l'orrore vissuto da una donna di 40 anni per il quale il suo ex compagno è stato arrestato dalla polizia stradale di Cassino. 

Il dramma è iniziato in Umbria. La donna stava rientrando a casa, nel casertano, a bordo di un bus proveniente da Rimini. Qui è stata intercettata dal suo ex, anche lui 40enne della provincia di Caserta e residente a Rimini, e costretta a seguirlo in auto. Una volta nell'abitacolo la donna è stata privata di ogni mezzo di comunicazione e per lei quel viaggio verso casa si è trasformato in un incubo. 

Un incubo fatto di grida e di botte, accentuate dall'abuso di alcol da parte dell'uomo. Un orrore che, tra le province di Frosinone e Caserta, ha raggiunto il suo culmine. L'uomo ha fermato l'auto in una piazzola di sosta dove ha costretto la quarantenne a subire un rapporto sessuale. Al rifiuto della donna prima l'ha picchiata e poi ha abusato di lei. 

Ma proprio quando la violenza era in atto sono intervenuti gli agenti della Polizia Stradale. La volante - in transito per un servizio di controllo sulla rete autostradale - ha notato quell'auto ferma e movimenti insoliti al suo interno. Così gli agenti sono intervenuti per capire cosa stesse succedendo. 

Alla vista della volante la 40enne ha trovato la forza di uscire dalla vettura e gridare aiuto: "Mi ha stuprata", ha riferito agli agenti che l'hanno trovata con i vestiti strappati e piena di lividi. Mentre i poliziotti allertavano la sala operativa, lo stesso conducente ha provato a raggiungere la poveretta per picchiarla ancora. E' stato quindi immobilizzato e condotto in caserma mentre la sfortunata viaggiatrice è stata accompagnata in ospedale dove i medici hanno accertato l'avvenuta violenza sessuale e le percosse. Una volta tranquillizzata ed al sicuro ha raccontato quello che è stata costretta a patire.

Così per l'uomo è scattato l'arresto per 'violenza sessuale e lesioni'. Dopo le formalità di rito è stato trasferito nel carcere di Poggioreale. La vittima, invece, è stata messa sotto protezione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata in autogrill e stuprata in autostrada: arrestato l'ex compagno

CasertaNews è in caricamento