Inventa la residenza per ottenere il permesso di soggiorno

Dai controlli della polizia municipale la strada non esiste, respinto il ricorso presentato al Tar

Il Tribunale Amministrativo Regionale ha respinto il ricorso presentato da un cittadino di Frignano, rappresentato e difeso dall’avvocato Elvira Scannapieco, contro il Ministero dell’Interno per l’annullamento del decreto di rigetto dell’istanza di rinnovo del permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato, adottato dal Questore di Caserta il 28 novembre 2019 e notificato il 27 febbraio 2020.

Secondo il giudice “all’esito della sommaria deliberazione che tipicamente connota la sede cautelare, non appaiono prima facie ravvisabili i presupposti per la concessione della invocata tutela, atteso che il provvedimento fonda su risultanze istruttorie relative a serie ipotesi delittuose, afferenti alla veridicità della dichiarazione ed alla genuinità della documentazione attestante il luogo di residenza del ricorrente, siccome poste a sostegno della istanza di rinnovo. C’è infatti una nota della polizia municipale di Frignano dell’1 luglio 2019 che rimarca la inesistenza nel territorio comunale della strada ove il ricorrente pretendeva di dimorare. A fronte di tali gravi e precisi elementi istruttori, non è dato rinvenire nel corpo del gravame veruna allegazione funzionale alla indicazione di un diverso luogo di dimora e di residenza, ciò che appare vieppiù suffragare le impugnate determinazioni, anche nella parte in cui censurano il mancato possesso da parte del ricorrente dei “requisiti alloggiativi ed anagrafici necessari””.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento