Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Calciatore si uccide per insulti razzisti, Saviano litiga anche con la Meloni

La leader di Fratelli d'Italia attacca: "I soliti ridicoli esponenti della presunta intellighenzia di certa sinistra succhiano visibilità mistificando da sempre la realtà". Lo scrittore replica: "La aspetto in tribunale"

Roberto Saviano e Giorgia Meloni

Non c'è due senza tre. Nella querelle a distanza tra lo scrittore di Caserta Roberto Saviano e il leader della Lega Matteo Salvini si inserisce anche Giorgia Meloni. Al centro della discussione la tragedia che ha coinvolto Seid Visin, il calciatore 20enne nato in Etiopia e adottato in Italia da piccolo, che si è suicidato a causa di insulti razzisti. 

La numero uno di Fratelli d'Italia ha pubblicato un duro post sui social, attaccando quanti (gli "esponenti della presunta intellighenzia di certa sinistra") secondo lei abbiano mistificato la realtà. "Il padre di Seid, il giovane morto tragicamente suicida alla precoce età di 20 anni, ha dichiarato che il razzismo non c’entrava nulla con l’estremo gesto di suo figlio e che la lettera, letta durante il suo funerale, risaliva a tre anni fa - sottolinea Giorgia Meloni - Ai soliti ridicoli esponenti della presunta intellighenzia di certa sinistra, che succhiano visibilità mistificando da sempre la realtà, però non interessa. Loro passano sopra a tutto: alla vita, alla morte e alla tragedia. Per loro tutto è funzionale per vendere un altro articolo, un altro libro, o di ottenere un'altra presenza in tv. Sciacalli che volteggiano sulla sofferenza delle persone, in attesa di un altro dramma del quale cibarsi. Squallidi, cinici, cattivi: persone che questa Nazione non merita. Solidarietà alla famiglia di Seid che, mentre piange il proprio ragazzo, è costretta a subire questa schifosa strumentalizzazione".

Seppur mai nominato, l'attacco a Saviano è palese. E non poteva quindi mancare la replica dello scrittore di Caserta: "Meloni, il mio nome può scriverlo, mica sono tra quelli che non tollerano la critica politica e querelano? - commenta Saviano - Che poi querelare significa che il querelante deve presentarsi in tribunale a rendere dichiarazioni sotto giuramento, quindi cominci pure a cercare quella famosa legge che prevede che si possano affondare le navi che portano soccorso. Io la aspetto in tribunale, non sa quanto aspetto lei e il suo compare Salvini. Anche perché mi pare di leggere, tra le righe di questo post, che lei ha intenzione di continuare orgogliosamente a parlare degli stranieri solo in una chiave criminale. Giusto?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciatore si uccide per insulti razzisti, Saviano litiga anche con la Meloni

CasertaNews è in caricamento