Cronaca

A scuola di camorra dal papà detenuto: "Devi girare armato"

I consigli del boss Ligato al figlio Antonio Raffaele riferiti dai carabinieri durante il processo

Antonio Raffaele Ligato

A scuola di camorra dal papà detenuto al 41 bis che non lesinava consigli in materia tra cui quello di girare armato. E' quanto hanno riferito i carabinieri in aula nel corso del processo a carico delle nuove leve dei Ligato che a suon di bombe e pestaggi stavano cercando di imporsi sul territorio dell'agro caleno.

I militari hanno deposto dinanzi al collegio presieduto dal giudice Roberto Donatiello del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nel processo che vede alla sbarra Alessandro D'Amato, 27 anni di Capua; Agostino Maiello, 28 anni di Capua; Gilberto Mauro, 25 anni di Capua e Francesco Russo, 35 anni di Sparanise. Sono i 4 che hanno scelto di essere giudicati con rito ordinario, mentre gli altri, tra cui Antonio Raffaele e Felicia Ligato, figli del boss di Pignataro Maggiore Raffaele Ligato, hanno optato per l'abbreviato (la sentenza è prevista fra una decina di giorni). 

I carabinieri hanno raccontato lo spaccato sociale dell'agro caleno, soprattutto quello dei centri minori. Durante gli appostamenti i militari hanno notato spesso giovani che consumavano stupefacenti. Ed a venderglieli sarebbero stati proprio i pusher del clan Ligato, che faceva capo proprio ad Antonio Raffaele.

I carabinieri hanno spiegato come il figlio del boss durante i colloqui in carcere con il papà detenuto al 41 bis venisse incitato al controllo del territorio, ad incutere rispetto nei suoi sodali e terrore nei concorrenti. E così venne fatto a suon di pestaggi ed attentati. Il boss, hanno riferito i carabinieri, avrebbe anche consigliato al figlio di girare armato. 

Il processo riprenderà a fine novembre quando è attesa la testimonianza dell'unico collaboratore del sodalizio criminale 2.0. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Paolo Di Furia, Massimiliano Di Fuccia ed Ignazio Maiorano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A scuola di camorra dal papà detenuto: "Devi girare armato"

CasertaNews è in caricamento