rotate-mobile
Cronaca Aversa

Scout aversani evacuati per l'emergenza tifone in Corea del Sud

Tre giovani insieme all'accompagnatore di Sant'Antimo ritorneranno a Napoli il prossimo 11 agosto

Tre giovani provenienti da 2 gruppi scout differenti di Aversa, uno di via Cilea e l'altro della parrocchia di Santa Teresa, insieme a un accompagnatore (un prete di Sant'Antimo), si trovano attualmente in un campus a Incheon, in Corea del Sud, dopo l'emergenza tifone che ha di fatto stoppato il World Scout Jamboree, il più grande raduno internazionale degli scout provenienti da tutto il mondo. A causa dell'imminente arrivo del tifone nella zona in cui è stato allestito il campo, l'evento è stato infatti interrotto e i partecipanti sono stati evacuati in luoghi più sicuri.

La notizia dell'interruzione dell'evento è giunta martedì mattina, quando è iniziata l'operazione di evacuazione dei circa 36 mila scout presenti al raduno. L'evacuazione è stata avviata alle 10 del mattino ora locale, corrispondente alle 2 del mattino in Italia, con l'obiettivo di spostare tutti i partecipanti in luoghi lontani dal percorso previsto del tifone. Tra di loro, anche il gruppo di giovani aversani, insieme all'accompagnatore, il prete proveniente da Sant'Antimo.

Il contingente italiano, compreso il gruppo di Aversa, è stato trasferito in un campus universitario nella città di Incheon, una zona considerata meno a rischio rispetto al luogo originale del raduno. L'operazione di evacuazione è stata supportata dal governo sudcoreano, che ha mobilitato centinaia di mezzi tra cui autobus, veicoli della polizia ed elicotteri, al fine di garantire la sicurezza di tutti i partecipanti.

Le autorità sudcoreane hanno assicurato che, nonostante l'evacuazione e l'interruzione momentanea del raduno, le attività proseguiranno nei prossimi giorni. Nonostante l'incertezza sulle modalità, il governo ha garantito il proseguimento delle attività del World Scout Jamboree, che dovrebbero concludersi il 12 agosto.

Gli aversani presenti al raduno però anticiperanno di una giornata il rientro a casa e precisamente l'11 agosto saranno a Napoli Capodichino dove potranno abbracciare i familiari. C'è comunque da sottolineare che i ragazzi e l'accompagnatore stanno bene e che il Governo sudcoreano sta seguendo con grande abnegazione tutti gli spostamenti degli scout provenienti da tutto il mondo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scout aversani evacuati per l'emergenza tifone in Corea del Sud

CasertaNews è in caricamento