Sconto di pena per l’imprenditore “socio” dei Belforte

La Corte d’Appello accoglie la richiesta e taglia 4 anni di carcere

La Corte d’Appello di Napoli ha accolto l’istanza presentata dall’avvocato Mariano Omarto ed ha disposto una riduzione della pena a carico dell’imprenditore di San Nicola la Strada Sebastiano Minutolo, che era stato condannato, con due sentenze diverse, ad una pena complessiva di 12 anni ed 8 mesi di reclusione. I giudici hanno valutato positivamente l’istanza dell’avvocato difensore, che aveva chiesto la continuazione tra i due reati, strettamente correlati tra di loro ed ha disposto una riduzione di quattro anni rispetto a quanto era stato stabilito.

Minutolo era stato condannato per aver favorito il clan Belforte, fornendo uno “stabile e significativo contributo alla vita associativa” quale rappresentante della Cocem: aveva partecipato ad un sistema di gestione del settore dell’edilizia che prevedeva il pagamento di ratei estorsivi da parte delle imprese collocate tra San Nicola la Strada e Marcianise attraverso la costrizione all’acquisto del cemento presso la Cocem a prezzi di gran lunga superiori a quelli di mercato, consentendo così ai Belforte di incassare le tangenti dietro una forma negoziale apparentemente lecita.

Da questa operazione, nascono anche le estorsioni per le quali è stato condannato l’imprenditore. “L’omogeneità dei reati satellite - ha scritto il presidente estensore Maria Rosaria Salzano nell’ordinanza - la parziale coincidenza del periodo temporale di commissione degli stessi e le modalità di esecuzione sono elementi che inducono a ritenere le condotte in esame espressione del medesimo programma delittuoso”. 

Per questo motivo è stata accolta la richiesta di continuazione dei reati, con uno sconto di quattro anni sulla pena complessiva a carico dell’imprenditore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento