Sconto di pena per l’imprenditore “socio” dei Belforte

La Corte d’Appello accoglie la richiesta e taglia 4 anni di carcere

La Corte d’Appello di Napoli ha accolto l’istanza presentata dall’avvocato Mariano Omarto ed ha disposto una riduzione della pena a carico dell’imprenditore di San Nicola la Strada Sebastiano Minutolo, che era stato condannato, con due sentenze diverse, ad una pena complessiva di 12 anni ed 8 mesi di reclusione. I giudici hanno valutato positivamente l’istanza dell’avvocato difensore, che aveva chiesto la continuazione tra i due reati, strettamente correlati tra di loro ed ha disposto una riduzione di quattro anni rispetto a quanto era stato stabilito.

Minutolo era stato condannato per aver favorito il clan Belforte, fornendo uno “stabile e significativo contributo alla vita associativa” quale rappresentante della Cocem: aveva partecipato ad un sistema di gestione del settore dell’edilizia che prevedeva il pagamento di ratei estorsivi da parte delle imprese collocate tra San Nicola la Strada e Marcianise attraverso la costrizione all’acquisto del cemento presso la Cocem a prezzi di gran lunga superiori a quelli di mercato, consentendo così ai Belforte di incassare le tangenti dietro una forma negoziale apparentemente lecita.

Da questa operazione, nascono anche le estorsioni per le quali è stato condannato l’imprenditore. “L’omogeneità dei reati satellite - ha scritto il presidente estensore Maria Rosaria Salzano nell’ordinanza - la parziale coincidenza del periodo temporale di commissione degli stessi e le modalità di esecuzione sono elementi che inducono a ritenere le condotte in esame espressione del medesimo programma delittuoso”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo motivo è stata accolta la richiesta di continuazione dei reati, con uno sconto di quattro anni sulla pena complessiva a carico dell’imprenditore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Nuovo boom di contagi nel casertano, ma crescono anche i guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento