rotate-mobile
Cronaca Maddaloni

Schiaffeggiata e cacciata di casa, ex compagno e suocera sotto processo

La 27enne sarebbe stata costretta a lasciare l'abitazione dopo una lite per un presunto tradimento. Il suo racconto in aula

Una ragazza di 27 anni sarebbe stata minacciata, schiaffeggiata e costretta a lasciare la casa del compagno a Maddaloni. Per questo madre e figlio sono sotto processo dinanzi al giudice Giovanni Caparco del tribunale di Santa Maria Capua Vetere. 

Nel corso dell'ultima udienza è stata ascoltato la vittima dell'episodio, avvenuto il 2 giugno 2021. Dopo una lite con il compagno, accusato di un presunto tradimento, la donna venne "invitata" a lasciare l'abitazione dove convivevano in modi piuttosto irruenti e costretta a tornare a casa dei genitori ad Afragola. In quell'occasione la suocera le avrebbe dato uno schiaffo. 

Nel corso della sua escussione, la 27enne ha confermato che il compagno non le avrebbe mai picchiata, nè durante la convivenza né durante l'episodio finito al centro del processo. In quell'occasione, l'uomo - imparentato con la famiglia D'Albenzio e imputato in un altro procedimento per droga - avrebbe spalleggiato la madre nel cacciare la compagna di casa. 

Si torna in aula a marzo per sentire la madre della persona offesa e i carabinieri che intervennero a margine dell'accaduto. Madre e figlio - che rispondono di minacce, lesioni lievi e violenza privata - sono difesi dall'avvocato Romolo Vignola. Per la vicenda la Procura della Repubblica chiese l'applicazione di una misura cautelare nei confronti dell'uomo, rigettata sia dal gip e sia dal Riesame a cui il pm aveva fatto appello. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiaffeggiata e cacciata di casa, ex compagno e suocera sotto processo

CasertaNews è in caricamento