Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Scandalo permessi all'Interporto, il dirigente torna completamente libero

Revocato il divieto di dimora a Marcianise per Gennaro Spasiano. Resta sospeso dal suo incarico in Comune

Il dirigente Gennaro Spasiano

Gennaro Spasiano può tornare a Marcianise. I giudici della prima sezione penale del tribunale di Santa Maria Capua Vetere (presidente Donatiello), hanno revocato la misura cautelare del divieto di dimora.

Accolta l'istanza presentata dai difensori del dirigente comunale, gli avvocati Andrea Piccolo ed Antonio Di Pietro, che hanno chiesto la revoca della misura alla luce del lungo lasso di tempo trascorso dalla sua applicazione. Sulla richiesta c'è stato anche il parere favorevole del pubblico ministero. Spasiano resta, comunque, sospeso dal suo incarico di dirigente comunale.

Il dirigente, secondo la tesi della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, avrebbe illegittimamente rilasciato tra aprile 2017 e gennaio 2018 tre permessi a costruire a favore del patron dell'Interporto Giuseppe Barletta in assenza della necessaria approvazione della variante urbanistica. L’illegittimità dei permessi muove dalla constatazione della Procura circa il fatto che il dirigente Spasiano ha fondato i permessi adottati su una delibera del commissario straordinario del Comune di Marcianise datata 3 giugno 2016 non potendo fare, posto che tale delibera era ed è in realtà privo di valore provvedimentale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo permessi all'Interporto, il dirigente torna completamente libero

CasertaNews è in caricamento