rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca Casal di Principe

CAMORRA Peppe 'o padrino ricorre al Riesame

E' accusato di aver commesso l'omicidio di Antonio Mottola

Giuseppe Russo ‘O Padrino ha ricorso al tribunale del Riesame per chiedere l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare che lo ha raggiunto per l’omicidio di Antonio Mottola, avvenuto a Casal di Principe il 5 luglio 1995, affiliato all’organizzazione camorristica della Nuova Famiglia, capeggiata allora da Antonio Bardellino, operante a Casal di Principe e nei comuni limitrofi, per conto della quale era addetto alla raccolta del denaro proveniente dalle estorsioni a commercianti ed imprenditori. Russo (difeso dall’avvocato Giovanni Cantelli) è accusato di aver commesso l’omicidio (commissionato da Walter Schiavone) insieme con Giuseppe Misso detto “caricallieg”, Nicola  Panaro, detto “o’ principino”, Oreste Caterino (deceduto) e Bruno Salzillo (con il ruolo di segnalare la presenza della vittima) perché, alla luce dell’allora collaborazione con la giustizia di Giuseppe Quadrano, si temeva che anche Antonio Mottola, appartenente alla medesima fazione di quest’ultimo, potesse qualora arrestato riferire su eventi delinquenziali per loro compromettenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CAMORRA Peppe 'o padrino ricorre al Riesame

CasertaNews è in caricamento