Rosaria Aprea, ex vittima violenze, diventa corteggiatrice a "Uomini e Donne": criticata ma lei si difende

Macerata Campania - "Sono troppo poche le critiche....su su aumentiamo!!!! Un bacione a tutte le grandi donne che mi criticano...ricordatevi che siete DONNE". Si difende a modo suo Rosaria Aprea, finalista di miss Italia e testimonial delle donne...

rosaria aprea

"Sono troppo poche le critiche....su su aumentiamo!!!! Un bacione a tutte le grandi donne che mi criticano...ricordatevi che siete DONNE". Si difende a modo suo Rosaria Aprea, finalista di miss Italia e testimonial delle donne oppresse perché fu vittima di violenze da parte del fidanzato, che con un calcio all'addome le spappolò la milza, riducendola in fin di vita. Ora Rosaria Aprea è la nuova corteggiatrice di “Uomini e donne” il programma ideato e condotto da Maria De Filippi. Un protagonismo che ad alcuni non è piaciuto e che ha portato ad aspre critiche nei confronti della 23enne di Macerata Campania. Rosaria ha iniziato la sua avventura nelle vesti di 'corteggiatrice' e la sua 'missione' sarà quella di conquistare il tronista Andrea Damante, subentrando così a Rossella Intellicato che ha abbandonato il programma per essersi fidanzata lontano dalle telecamere con Jeremias Rodriguez, fratello della più famosa Belen. La puntata è stata registrata negli studi CineCittà qualche giorno fa e Andrea pare le abbia chiesto di rimanere.

"Hanno provato - si sfoga la Aprea su facebook - a farmi credere che l'amore ti atterrisce ti sfinisce ti atterrisce e ti ruba ogni sorriso, fortunatamente poi ho incontrato persone che mi hanno aiutata e oggi voglio scoprire il bello dell'amore quello che ti rende migliore e ti fa sorridere ogni giorno quello che ti stringe forte forte e ad ogni tua insicurezza ti dice sono qui e ti amo! Io mi rimetto in gioco e ci provo ad essere felice. Vorrei che la solidarietà tra donne si concretizzasse anche nei momenti felici e non solo in quelli di dolore ma mi rendo conto che é pura è semplice utopia".

Carmen Posillipo, amica di Aprea, sua ex legale e presidente dell’associazione "Sos diritti". "Avrei preferito non vi partecipasse - ammette - temo verrà fraintesa. La battaglia contro la violenza di genere passa attraverso l’educazione, i messaggi giusti e i buoni esempi. Non sono una tradizionalista nel sentimento, ma avrei evitato i riflettori. Conoscendola - conclude - Rosaria spera di essere protetta dalle telecamere e, soprattutto, da Maria De Filippi".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento