Maxi rissa al campo sportivo per una ragazza contesa: in 7 nei guai

Coinvolto nella zuffa anche il padre di uno dei ragazzi. Scatta la misura cautelare dell'obbligo di dimora

(foto di repertorio)

Obbligo di dimora nel comune di residenza. È stata questa la disposizione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere a carico dei 7 soggetti fermati per rissa nel comune di Vitulazio dai carabinieri della locale stazione. L'alterco tra i soggetti, tutti tra i 20 e 21 anni ad eccezione di un 46enne (padre di uno dei giovani), è stato innescato per 'amore'.

Oggetto della zuffa una 18enne contesa da due 20enni che si sono dati appuntamento presso il campo sportivo di Vitulazio per chiarire chi tra i due dovesse avere la meglio con la ragazza. Ma all'appuntamento i due ragazzi si sono presentati in compagnia del rispettivo branco ed uno con il proprio genitore. La rabbia ha preso il sopravvento e la rissa di lì a poco è iniziata.

Escoriazioni, contusioni ed un fermo per rissa è il risultato ottenuto dai partecipanti, tutti residenti tra Vitulazio e Bellona. Stamane la disposizione da parte dell'autorità giudiziaria della misura cautelare personale dell'obbligo di dimora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento