menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rissa al pronto soccorso, gli imputati vogliono far acquisire i video

Sforza e Capone annunciano l'abbreviato condizionato ai filmati. Rito alternativo anche per Russo

Abbreviato condizionato all'acquisizione dei filmati dei circuiti di videosorveglianza del presidio ospedaliero Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta. È la richiesta formulata dagli avvocati Francesco Liguori e Pasquale Lupoli difensori di Paolo Sforza e Raffaele Capone nel corso del rito per direttissima celebratosi dinanzi al giudice Massimo Urbano della Quarta Sezione Penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Raffaele Capone e Paolo Sforza insieme ad Attilio Russo, difeso dagli avvocati Achille D'Angerio e Michele Di Fraia, sono stati chiamati a chiarire le loro posizioni in merito all'episodio di violenza registratosi all'interno del presidio ospedaliero casertano nella notte del 17 aprile dove i tre vennero fermati dai carabinieri della sezione operativa e radiomobile della compagnia di Caserta per rissa, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Capone e Russo dovranno rispondere dei reati di rissa e resistenza a pubblico ufficiale mentre Sforza anche del reato di danneggiamento (la vetrata della porta d'ingresso del Pronto Soccorso casertano completamente frantumata). La lite sarebbe avvenuta per futili motivi. I primi ad intavolare l'accesso diverbio secondo una prima ricostruzione sarebbero stati Paolo Sforza ed un diciassettenne congiunto di Attilio Russo che sarebbe giunto solo in un momento successivo in difesa del minore partecipando marginalmente allo scontro.

Nel corso della furiosa colluttazione Sforza avrebbe provocato il danneggiamento della vetrata d'accesso del presidio. Caos, rabbia e terrore sono stati sedati grazie all'intervento dei militari non senza difficoltà. Difatti i carabinieri nel sedare gli animi ed effettuare gli arresti sono stati colpiti dai partecipanti alla rissa riportando lievi lesioni. L'udienza è stata formalmente rinviata agli inizi di giugno. Anche i legali di Attilio Russo hanno preannunciato la loro volontà di procedere con rito abbreviato per il loro assistito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento