Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Movida selvaggia, Anfiteatro sotto la lente di ingrandimento. "Sicurezza da garantire"

Le reazioni del consigliere Mastroianni e del leader di 'Alleanza per la città' Aveta

Gli ultimi episodi di violenza nelle zone della movida di Santa Maria Capua Vetere hanno scatenato una serie di reazioni anche della politica cittadini. 

“La situazione ormai è diventata insostenibile. Bene le telecamere e la video sorveglianza, ma in un luogo nel quale si ritrovano migliaia di giovani, come nell’intera zona adiacente all’Anfiteatro campano, c’è la necessità della presenza costante sia dei vigili urbani che delle Forze dell’ordine - dice il consigliere comunale Salvatore Mastroianni, anche coordinatore provinciale della ‘Lega Salvini Premier’ a Caserta -. Proprio ai rappresentanti delle Forze dell’ordine e dei vigili urbani va tutto il nostro riguardo per gli sforzi che mettono in campo spesso in condizioni di assoluta difficoltà, ma in tale situazione deve esserci un ruolo maggiormente attivo dell’Amministrazione comunale che, per quanto di propria competenza, deve fare di più per assicurare la massima attenzione possibile al fine di rendere più sicura non solo quell’area della movida giovanile, ma anche tante altre piazze cittadine, ad iniziare per esempio da piazza Mazzini, che purtroppo spesso finiscono per essere protagoniste di eventi alquanto spiacevoli. Ai giovani deve essere consentito non solo di potersi divertire, stando in compagnia, ma soprattutto di farlo in sicurezza ed in tranquillità".

Invece le associazioni e i gruppi politici che si identificano nel progetto “Alleanza per la città”, guidato da Raffaele Aveta, denunciano l'ennesimo episodio di violenza verificatosi in Piazza I Ottobre. Non è la prima volta che il cuore della movida sammaritana diventa teatro di una guerriglia urbana. Eppure nulla è stato predisposto in questi anni affinché si evitassero fenomeni del genere. Urge l’adozione di provvedimenti volti al pattugliamento costante dell'area, anche attraverso la vigilanza privata. Vanno attivati con urgenza progetti ad hoc finalizzati alla prevenzione dei reati e per la sicurezza urbana. “Bisogna garantire la massima sicurezza nei luoghi della movida cittadina - ha dichiarato Raffaele Aveta - specie nel fine settimana quando sopraggiungono sul posto centinaia di giovani provenienti da altre località. Dobbiamo tutelare la sicurezza delle famiglie e delle tante attività commerciali dell'area che, dopo mesi di stop, meritano di tornare a lavorare in totale serenità e sicurezza”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida selvaggia, Anfiteatro sotto la lente di ingrandimento. "Sicurezza da garantire"

CasertaNews è in caricamento