Doppia rissa nella Movida: "Terrorizzati, ci siamo riparati in un bar"

Il raccondo di una testimone: "Servono più controlli, ora i danni ai gestori chi li paga?"

Quella che doveva essere una serata di spensieratezza che si trasforma in terrore puro. E' quello che è accaduto sebato notte in via Ferrante a Caserta, nel racconto di una testimone. L'ex candidata sindaco di Castel Volturno Eliana Colamatteo ha infatti raccontato la doppia rissa scoppiata nel Capoluogo che ha vissuto in diretta.

"In pieno centro - racconta su Facebook - tra la folla di giovani iniziano a levarsi urla, vedo gente correre per porsi al riparo da un gruppo di ragazzi che avevano dato vita ad una rissa con tanto di calci e pugni. Poco dopo la situazione si placa e i ragazzi si allontanano, la serata riprende serenamente come nulla fosse. Ma dopo solo qualche minuto sento nuovamente levarsi altre urla. Questa volta volano tavoli e bottiglie di vetro. Terrorizzati ci ripariamo in un bar insieme ad altri ragazzi, costretti a rintanarci dentro e chiudere la porta. E' risaputo che nelle zone della movida casertana, strapiene di giovani, accadono spesso risse, ragazzi che finiscono in ospedale con ossa rotte e attività commerciali costrette a riparare i danni apportati. Le strade del centro della città trasformate in una giungla senza regole e senza controllo. Dove sono le istituzioni?".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Sacerdote litiga coi fedeli e abbandona la messa

Torna su
CasertaNews è in caricamento