Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Castel Volturno

Rissa nel cantiere rifiuti, 30enne picchia il capo e lo manda in ospedale

Sul posto sono intervenuti i carabinieri. La ditta ha sospeso il dipendente ed avviato l'iter per il licenziamento

Insulti, minacce, spintoni, graffi e pugni in pieno volto. È quanto accaduto all'interno del cantiere rifiuti della Teckno Service di Castel Volturno, sulla SP 333 direzione Grazzanise.

Un uomo di 60 anni di Castel Volturno, tra i responsabili del cantiere, è stato aggredito da un altro dipendente, R.C., di 30 anni, anche lui castellano. Prima ha inveito contro il suo 'capo' poi ne è nata una colluttazione finita tra graffi e pugni al volto che non ha avuto un tragico epilogo grazie all'intervento degli altri dipendenti che si sono frapposti tra i due colleghi.

R. C. nonostante gli altri dipendenti lo avessero allontanato dal 60enne non riusciva a placarsi e si è reso necessario l'intervento dei carabinieri della stazione di Pineta Mare. I militari hanno sedato gli animi scongiurando il peggio. La vittima si è recata presso il pronto soccorso della clinica Pineta Grande di Castel Volturno per farsi medicare riservandosi di sporgere querela contro il suo aggressore.

La ditta Teckno Service resa edotta dell'increscioso episodio ha provveduto a sospendere in via cautelare dal servizio l'iracondo dipendente ed avviare l'iter per il licenziamento. Il 30enne, infatti, non è nuovo a simili episodi. La scorsa estate era stato protagonista di una lite con un altro collega. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa nel cantiere rifiuti, 30enne picchia il capo e lo manda in ospedale

CasertaNews è in caricamento