rotate-mobile
Cronaca

Sorpassi ed insulti sulla Statale poi la rissa tra camionisti nell'area di servizio

L'autotrasportatore casertano alla guida dopo aver assunto cocaina. Ferito anche un poliziotto intervenuto per dividere i due

Prima hanno iniziato a superarsi, scambiandosi minacce ed insulti. Poi si sono dati appuntamento in un'area di servizio dove hanno dato vita ad una violenta rissa. Protagonisti della vicenda due camionisti, uno della provincia di Caserta e uno di Salerno.

La loro presenza è stata segnalata alla polstrada di Avezzano da alcuni automobilisti in transito sulla SS690. Secondo quanto riferito alla centrale operativa, i conducenti di due autocarri percorrevano a velocità sostenuta Statale direzione Avezzano, effettuando sorpassi azzardati e scambiandosi insulti e minacce, verosimilmente per motivi di viabilità.

Gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Avezzano riuscivano ad intercettare i due mezzi in un’area  di servizio. Incuranti della presenza degli operatori di polizia, i due  davano vita ad una violenta colluttazione a seguito della quale entrambi riportavano ferite al volto. Uno dei due agenti, nel tentativo di sedare la lite, riportava anch’egli lesioni, fortunatamente non gravi, ed era costretto a portarsi anch’egli al  Pronto soccorso di Avezzano.

Uno dei conducenti, salernitano, risultava gravato da numerosissimi precedenti penali. L’altro, abitante in provincia di Caserta, è risultato avere assunto cocaina e per tale motivo sarà denunciato ai sensi dell’art. 187 Codice della strada, che prevede l’arresto dai sei mesi ad un anno e l’ammenda da 1.500 a 6.000 euro, oltre la sospensione della patente da uno a due anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpassi ed insulti sulla Statale poi la rissa tra camionisti nell'area di servizio

CasertaNews è in caricamento