menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiedono risarcimento per la madre morta, scoperta choc del Comune

Dopo 10 anni l'Ente prova a ribaltare la sentenza dei giudici, Velardi: "La donna è morta per un cancro e non per un incidente in strada come dicono gli eredi"

Chiedono soldi al Comune per la madre morta a causa dei danni subiti in un presunto incidente in strada, ma l'Ente scopre che la donna è deceduta per ben altre cause. E' l'assurda vicenda accaduta a Marcianise e a renderla nota è il sindaco Antonello Velardi

"Una signora di Marcianise dice di essersi fatta male mentre percorreva una strada cittadina - racconta il primo cittadino - Lei nel frattempo muore, i suoi eredi chiedono il risarcimento danni al Comune che se ne infischia e neanche si costituisce in giudizio. Siamo nel 2010, esattamente dieci anni fa. Comincia la causa, con il Comune in contumacia. Gli eredi della signora si organizzano con i loro avvocati e chiedono soldi per aver subito lesioni personali colpose. Producono una documentazione relativa ai ricoveri della signora in ospedale. I giudici gli danno ragione: non c'è nessuno del Comune che prova a confutare la tesi". Risultato? Il Comune di Marcianise viene condannato al pagamento di 50mila euro che diventano più di 60mila per una serie di spese aggiuntive.

Una bella 'mazzata' per le casse dell'Ente, che a distanza di anni prova a ribaltare la sentenza dei giudici. "L'avvocato del Comune, in seguito ad accertamenti, ha scoperto che la signora era sì ricoverata in ospedale ma per altri motivi, fino a morire per un cancro - ha fatto sapere il sindaco Velardi - Con dieci anni di ritardo, abbiamo deciso doverosamente di costituirci. Anzi, di chiedere la revocazione della sentenza: c'è qualcosa che non quadra".

Tanti i dubbi che i giudici dovranno cercare di sciogliere. "La signora cui dobbiamo dare più di 60mila euro (ai suoi eredi, per la verità) si è ricoverata e poi è morta per i danni subiti nel presunto incidente? O era ricoverata per altri motivi? E perché il Comune allora non si è costituito? Chi aveva interesse a non costituirsi?", conclude Velardi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento