rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

Cade sul marciapiede e chiede 44mila euro di danni al Comune

L'Ente si tutela nominando un avvocato per costituirsi in giudizio

Cade sul marciapiede e chiede 44mila euro di danni al Comune. Il dirigente comunale di Caserta, Francesco Biondi, ha firmato la determina con la quale conferisce incarico legale all'avvocato dell'Ente per la costituzione in giudizio dinanzi al tribunale di Santa Maria Capua Vetere dopo la vertenza presentata da una donna che "mentre percorreva a piedi via Camusso a Caserta lo scorso 24 luglio 2018, nel percorrere il marciapiede adiacente la strada, a causa di un basolato sconnesso, inciampava rovinosamente a terra". 
La donna ha ritenuto il Comune di Caserta responsabile delle lesioni subite a seguito della caduta e quindi "citava l'Ente dinanzi al tribunale per il risarcimento dei danni quantificati in 44mila euro oltre interesse e spese legali". L'Ente ha ritenuto di dover "tutelare gli interessi dell'amministrazione resistendo alla richiesta poiché non provata e non sufficientemente documentata al fine di escludere la responsabilità del Comune di Caserta". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade sul marciapiede e chiede 44mila euro di danni al Comune

CasertaNews è in caricamento