Bimba morta, salta l’interrogatorio del padre: “Condizioni fisiche delicate"

Narciso ha lanciato dal balcone la figlia di 16 mesi ed ha tentato il suicidio

E' stato rinviato a causa delle "delicate" condizioni fisiche e psichiche l'interrogatorio di Salvatore Narciso, il 35enne di Caserta accusato di aver lanciato ieri a San Gennaro Vesuviano, dal balcone del palazzo in cui vivono i suoceri, la figlia di 16 mesi uccidendola ed aver tentato poi il suicidio buttandosi nel vuoto e rimanendo gravemente ferito. 

Lo ha deciso il magistrato che indaga sulla tragedia che ha sconvolto le due comunità. Concorderà una nuova data dopo aver sentito il parere dei medici. Per il momento rimane piantonato e nessuna misura è stata ad oggi decisa nei suoi confronti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato il patron della 'Clinica Pineta Grande'

  • Bollo auto, quando pagarlo e come ottenere la riduzione nel 2020

  • Terribile schianto sulla Nola-Villa Literno: due feriti gravi

  • Non supera il test di Medicina, il giudice ordina all’Università di farle ripetere la prova

  • Il business della monnezza dei Casalesi, la Dia: "Veleni nell'acqua e nelle strade"

  • Mazzette ai politici per gli appalti alla camorra, Zagaria è un fiume in piena

Torna su
CasertaNews è in caricamento