Bimba morta, salta l’interrogatorio del padre: “Condizioni fisiche delicate"

Narciso ha lanciato dal balcone la figlia di 16 mesi ed ha tentato il suicidio

E' stato rinviato a causa delle "delicate" condizioni fisiche e psichiche l'interrogatorio di Salvatore Narciso, il 35enne di Caserta accusato di aver lanciato ieri a San Gennaro Vesuviano, dal balcone del palazzo in cui vivono i suoceri, la figlia di 16 mesi uccidendola ed aver tentato poi il suicidio buttandosi nel vuoto e rimanendo gravemente ferito. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo ha deciso il magistrato che indaga sulla tragedia che ha sconvolto le due comunità. Concorderà una nuova data dopo aver sentito il parere dei medici. Per il momento rimane piantonato e nessuna misura è stata ad oggi decisa nei suoi confronti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Antonietta, l'ingegnere casertano che ha rifiutato le offerte del Nord ed ha reinventato l’Ingegneria Clinica della Federico II

  • Treno deragliato, chiuso un tratto dell'A1. Automobilisti 'sequestrati' in autostrada

  • Caterina Balivo ad Aversa tra piatti da lavare e gran caldo

  • Il boato, poi le fiamme in autostrada: tir distrutto e conducente salvo per 'miracolo' | FOTO

  • Fiumi di droga. Orefice inguaiato dal pentito “compagno di classe”

  • Muore a 30 anni, Marcianise piange Raffaella

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento