Cronaca

Rifiuti in fiamme, disastro 'Terra dei fuochi'. "Barricati in casa nonostante il caldo" | FOTO

Decine di famiglie hanno denunciato l'incendio che ha provocato "odore acre con gli occhi che bruciano"

Un odore acre durante tutta la notte. Alcuni cittadini costretti a chiudersi in casa nonostante il gran caldo. La rabbia di sentire gli occhi bruciati a causa di qualche delinquente. Ed ecco che poi si viene a scoprire che sono andati in fiamme centinaia di chili di rifiuti in via Vecchio Camposanto, subito dopo il ponticello. “Ecco perché non si poteva respirare”, dicono alcuni cittadini di Casaluce.

Quando ci sono incendi di rifiuti bisogna “tenere a casa i bambini, soprattutto quelli affetti da allergie”, ha raccomanda la Società italiana medici pediatri, mettendo in guardia dal pericoloso mix di temperature torride e cumuli maleodoranti di rifiuti in strada. Non solo. Nell’aria continuano a liberarsi diossine, ancora più pericolose dei miasmi della spazzatura in decomposizione. 

Un vero dramma che ha portato la provincia di Caserta a diventare da ‘Terra di Lavoro’ a ‘Terra dei Fuochi’ con centinaia di persone che sono costretto, ogni anno, a fare i conti con le malattie del secolo a causa, anche, di questi terribili incendi che purtroppo devastano questa terra. L’ultimo incendio a Casaluce dimostra che, ancora una volta, ci sono delinquenti senza scrupoli che non guardano in faccia a nessuno e che sono pronti, magari per pochi spiccioli, a rovinare il futuro di una intera comunità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti in fiamme, disastro 'Terra dei fuochi'. "Barricati in casa nonostante il caldo" | FOTO

CasertaNews è in caricamento